21 ottobre 2020

Questo cerchiobottismo, questo benaltrismo

 Sono andato da Mediaworld a guardare un po’ di tv, su una c’era un film poliziesco americano, c’erano di mezzo l’Fbi e la Cia, per esempio non capisco come mai, nel doppiaggio italiano, l’Fbi è detto Ef-Bi-Ai ma la Cia non è detta Si-Ai-Ei. O viceversa. Cioè o fai tutto all’italiana o tutto all’americana, questo cerchiobottismo da dove viene? Voi mi direte: eh, ma i problemi sono altri, oggigiorno! E questo benaltrismo, da dove viene? E voi, da dove venite? Eh? Cioè, ma chi siete? Chi siete!
Urlavo “Chi siete” da Mediaworld, finché non si è avvicinato l’addetto alla sicurezza, quello che studia filosofia alle scuole serali.
«Problemi?»
«Chi non ne ha» ho detto io.
«Averne, si può. Crearne, no».
«D’altra parte, nulla si crea e nulla si distrugge» ho azzardato.
L’addetto ha stretto gli occhi, come per mettermi a fuoco.
«Non lo so se nulla si crea, ma sicuramente nulla si distrugge. Soprattutto qua dentro.»
Ho alzato le mani in segno di resa e mi sono allontanato.
Mediaworld significa “mondo dei media”. Intesi, immagino, come mass media, cioè mezzi di comunicazione di massa. Eppure mi guardavo intorno e vedevo frigoriferi, tostapani, arricciacapelli, frullatori. Che erano sicuramente oggetti di massa, ma: che cosa comunicavano? Che cosa cercano di comunicarci? Perché io ci ho provato davvero una volta ad ascoltarli, ma a me non mi dicono veramente un cazzo. Mediaworld, io te lo dico da amico: guarda che per me sei completamente fuori strada.

1 commento:

vitobiondo ha detto...

questa cosa della pronuncia FBI CIA segnerà ulteriormente il rapporto con mia moglie sul divano la sera alla tv.