14 luglio 2017

Il contrario di depresso

In seguito al nostro duello a colpi di fionda Ermete ha perso l’occhio. Al pronto soccorso hanno cercato di fare il possibile per salvarlo, mentre Ermete diceva “non importa, non importa”. Tutto orgoglioso mi ha mostrato la sua benda, che ha comprato in un negozio di accessori per bikers.
– Senti, mi dispiace – gli ho detto.
– Ho sempre sognato di fare il pirata – ha detto. Ha un’altra ragione per essere contento: gli hanno prescritto degli antidepressivi. Lui non è depresso – anche se al medico non l’ha detto, anzi ha cercato di darsi un’aria più abbattuta possibile –, anzi da quando ha perso l’occhio è euforico.
– Se non sei depresso che te ne fai degli antidepressivi?
– Ho pensato che se un depresso prende gli antidepressivi per essere normale, se li prendo io che sono normale allora mi faranno diventare... qual è il contrario di depresso? Sdepresso?
Ci ho pensato un po’. In geografia la depressione è un’area posta a un livello inferiore rispetto al territorio circostante; il contrario è un’area posta a un livello superiore, dunque un rilievo.
– Il contrario di depresso è montuoso – ho detto.
Ermete ha gonfiato il petto.
– Montuoso! Perfetto. Gli antidepressivi mi renderanno montuoso. Oh, amico mio. Fino a pochi giorni fa mi sentivo una nullità, un uomo usato e abbandonato. Adesso guardami. Sarò un pirata montuoso.  La vita è fantastica!
Mi ha abbracciato e se ne è andato, con passo piratesco.
Non sono sicuro che questa cosa degli antidepressivi presi in funzione montuosa vada bene.
Forse è meglio che vada a parlarne con Cinzia Pontesi.



Nessun commento: