1 febbraio 2010

Il rumore sbagliato della vita

Ieri sono andato al cinema con Armenia.
Io non capisco perché nei film tutte le cose fanno un rumore giusto, un rumore che gli assomiglia, gli schiaffi fanno sciaff, i passi sul pavimento fanno taptap, i pugni fanno thud!, anche i baci fanno pchok, per non parlare delle esplosioni che fanno ka-booooooooooowmmmmmm!!!!!! In Dolby Surround! Ka-boooooooummmmm - oum - oum - oum (questo è il Dolby Surround, vabbè avete capito).
Invece porcomondo nella vita tutti i rumori sono scadenti, deludenti, a bassa fedeltà, anche sbagliati. Dopo il cinema invece di andare a mangiare la pizza Armenia ha proposto di andare a mangiare la kebizza da Bilal. Così siamo andati a mangiare la kebizza da Bilal. Mentre eravamo lì che mangiavamo la kebizza, gliel'ho detto ad Armenia, le ho detto: com'è che nella vita vera i rumori e i suoni fanno cagare, non sanno di niente, non sanno di Dolby? Gli schiaffi, i passi, i pugni, i baci, le esplosioni?
Armenia mi ha dato uno schiaffo.
- Che rumore ha fatto? - ha chiesto.
- Ahio - ho detto io, massaggiandomi la faccia. Non lo so che rumore aveva fatto, ero stordito dal dolore.
Armenia allora mi ha dato un altro schiaffo.
- Che rumore ha fatto? - ha chiesto di nuovo.
- Santavacca, Bandini - ha detto Bilal.
Mi sentivo la faccia radioattiva. Aveva fatto un rumore scemo, appunto, tipo spa!
- Una cosa tipo, spa! - ho detto.
Poi Armenia mi ha baciato la bocca. Ho sentito un sapore di cipolla. Il sapore della sua kebizza.
- Che rumore ha fatto, questo?
Ci ho pensato un attimo.
- Ka-booooooummmmm - oum - oum! - ho detto.
La vita in effetti ha i suoni a cazzo, però almeno sa di cipolla.
Il film, non mi ricordo il titolo, era la storia di un tizio che nella vita lotta per diventare qualcuno e alla fine ci riesce. Bang!

21 commenti:

Anonimo ha detto...

Con la regia di quello là, quello che ha passato la vita cercando di fare un film e alla fine ci riesce.

Una domanda
e se in un film in dolby surround il protagonista va al cinema a guardare un film in dolby surround ?

Gibbone

al3sim ha detto...

Anche di aglio e noce moscata, comunque.

Donnie ha detto...

siamo fortunati che al cinema non possiamo sentire suoni e odori. altrimenti saltavo la scena di Amitabh Bachchan.

Bandini ha detto...

> Gibbone
Questo è un quesito troppo difficile per me, lo giro al dott. Sugar Clayton.

> Al3sim
Anche tu hai baciato Armenia? Ti sfido a duello.

> Donnie
Non ho presente la scena a cui ti riferisci, ma dev'essere disgustosa.

al3sim ha detto...

S-ciaff, s-ciaff! (il rumore del guanto sul mio viso)
“Ma no! Ho baciato la vita! È lei che sa anche di aglio e noce moscata”.

harvey ha detto...

io cerco di trarre insegnamenti, da te. per esempio, ora penserò a questa metafora della vita che sa di cipolla.
perché, finché è una pizza a sapere di cipolla, va bene. però.

cacacazzo ha detto...

ma questo bandini è il bandini massimo o jimmy?

Bandini ha detto...

> Harvey
Non so, la cipolla a me piace, fa bene, fa anche piangere un po', però è buona, e poi come dice la poetessa, è cipolla fino in fondo, in tutta la sua cipollosità.

> Cacacazzo
Sono Jimmy Bandini, tanto piacere.

sostanzaM ha detto...

Sicuramente te l'avranno già chiesto, ma quando esci con Armenia, Eugenia non è gelosa?

Secondo me quando Armenia ti bacia, Eugenia piange. Dalla bocca.

koohuku ha detto...

Una volta posso venire al cinema con voi?
Un bacio al pop corn :)

Donnie ha detto...

mi riferisco ad un famoso film. la trama è: la storia di un uomo che lotta per diventare qualcuno nella vita e alla fine ci riesce.

Cletus ha detto...

quando ero alle medie, un bizzarro professore di matematica (e scienze) penso bene di rutbarci rivelandoci che siccome il suono si propaga in presenza di aria, l'atmosfera sicuramente da qualche parte conteneva tutte le voci dell'universo. Tesi talmente bizzarra da trovare qualche buontempone dedicato allo scopo. Anche tu Bruto, figlio mio, potrebbe ancora veleggiare da qualche parte, o come dicono a Battipaglia, "somewhere over the rainbow".

Sono altresì atterrito dalla remota possibilità che, alla stregua di quanto accade col digitale terrestre, a breve potremmo avere l'effetto delay anche nei dialoghi, che so, al bar.
Potremmo chiedere un cappuccino e vedercelo servire dopo 10 minuti.

(oddio, accade già adesso, veramente...sopratutto nell'ora di punta).

Bandini, devo leggerti con parsimonia: scateni quesiti esistenziali.

Bandini ha detto...

> SostanzaM

Io sono Jimmy Bandini e Armenia è la mia fidanzata. Eugenia è la fidanzata di Massimo Bandini. Non siamo parenti, nel caso tu te lo stia chiedendo.

> Koohuku

Certo, tu porti il popcorn, Armenia il chinotto e io le rotelle di liquirizia.

> Donnie

Che mi venga un colpo se non abbiamo visto lo stesso film.

> Cletus
L'idea che l'atmosfera contenga tutti i suoni della storia del nostro Pianeta è strepitosa.

sostanzaM ha detto...

ah, grazie per la delucidazione. In effetti non capivo chi fosse il Massimo a cui il cacacazzo facesse riferimento poco sopra.

Ora ha tutto più senso.

Tonilamalfa ha detto...

Un giorno di molti anni fa un mio amico uscì di corsa dal bagno e raccomandò a tutti(i compagni di casa studenti di università) di non entrare fino al suo ritorno. Rientrò dopo 5 minuti con un salato che aveva comprato giù al bar, tolse la bandierina del Brasile con stuzzicadenti e si mangiò il salato. Rientrò in bagno e dopo ci chiamò a raccolta. Non potrò mai dimenticare ciò che vidi allora: uno stronzo enorme e puzzolente a prova di sciacquone sulla cui sommità svettava la bandierina del Brasile. Dopo le foto di rito, dopo aver verificato più volte che lo stronzo fosse a prova di sciacquone, lasciammo solo il nostro amico-capitano Akab con lo spazzolone-arpione in mano e gli augurammo buona fortuna. Sapevamo della forza del terribile stronzo-Moby Dick. Il nostro amico uscì stremato e vittorioso dal bagno dopo una terribile lotta, come in quel film. Ma le sue mani puzzavano un po' di merda.
Per me la vita, oltre a odorare di cipolla, aglio e noce moscata, puzza anche della merda di quel terribile stronzo, ed ha colore, come la bandiera del Brasile.

Bandini ha detto...

Toni,
storia bellissima. Ne ho una simile ma te la racconto un'altra volta.

Tyler Durden ha detto...

si vede che quello che andava in giro a porgere l'altra guancia non aveva preso ceffoni da Armenia...

Renton ha detto...

io più impressionato di così non potevo rimanere, Bandini mio.
L'ho pure citato a più riprese, dalle mie parti.
Su p'chock - che per me è il rumore della merda in terra.
E su whoosh - che è il rumore della mente che si apre, per me.

harvey ha detto...

ho capito. è questione di strati.

Renton ha detto...

hahahaha, geniale Harvey.

peppermind ha detto...

ma se uno si gratta la testa e sente rumore di diti sui vetri, mentre se passa i diti sui vetri sente abbiare il gatto?
Ci ho i suoni sconfusi, come ogni grande musicista.