16 settembre 2008

Le cose non sembra ma precipitano

Ieri durante una riunione del Reparto Creazione è successa una cosa alquanto tremenda, finita con il sangue e pezzetti di materia cerebrale. A pensarci adesso con il senno dell'adesso, c'erano stati dei segnali inquietanti di questa cosa già prima di entrare nella Sala Incubatrice, quando Creativo n.1 mi ha detto: "Secondo te, dopo un po' che precipita, uno si abitua alla cosa e non se ne accorge più?". "Dipende da quanto parte in alto", ho riposto io. "Secondo me è così, dopo un po' ci si abitua talmente che ci si dimentica, che si sta precipitando. Fino a quando non fai splaf!". "Com'è che fai?", ho chiesto. "Splaf" ha ripetuto lui.

Più tardi eravamo tutti in Sala Incubatrice, anche il capo, mancava solo Creativo n.4. Creativo n.2 ha cominciato a parlare:
– Stamattina sulla homepage di Repubblica c'erano questi due titoli, uno sopra l'altro:
LA CARRA': "MA QUALE ICONA, NON NE POSSO PIU' "
LE CARRE': "STAVO PER PASSARE COL KGB"

C'era qualcosa che non andava, e allora ho provato a scambiarli:
LA CARRA': "STAVO PER PASSARE COL KGB"
LE CARRE':  "MA QUALE ICONA, NON NE POSSO PIU' "

E devo ammettere che così aveva più senso. Perché?
– Questo è già il brain storming? – ho chiesto io, dubbioso.
– Propongo di rendere il tutto più divertente – ha detto n.1, e ha appoggiato al centro del tavolo una rivoltella.
– Geniale – ha detto il capo, senza fare una piega.
– Come ne "Il cacciatore"– ha detto n.1 –. Ognuno a turno spara la sua stronzata creativa e poi si spara un colpo in testa. Può andargli bene come andargli male.
– Ma è carica? – ha detto n.3.
– Il punto non è se è carica la pistola – ha detto il capo, che secondo me era strafatto di Noncipensare© – il punto è se siete carichi voi. Siete carichi?
Ci siamo guardati tutti in silenzio. Poi di colpo n.2 ha preso la rivoltella, se l'è puntata alla tempia, ha urlato:
– Clebbino, crea il tuo mondo in un giorno – e ha premuto il grilletto. Niente. Ha passato la pistola a n.1.
– Clebbino. Non avrai altro dio all'infuori di Te – e si è sparato alla tempia. Niente. Ha passato la pistola a me. Io ho guardato gli altri.
– Io lavoravo al Reparto Entropia – ho detto, mi tremava un po' la voce. N.3 è scoppiato a ridere.
– Andiamo, n.5 – ha detto il capo, come in un sogno.
Mi sono puntato la pistola alla tempia.
– Clebbino, un gioco da bambino – e ho premuto il grilletto. Niente. La testa mi girava. Ho passato la pistola a n.3.
– Clebbino, sei un numero primo! – Niente. Toccava di nuovo a n.2.
– Clebbino. Clebbino... – un filo di bava gli è sceso da un angolo della bocca – Clebbino. Ma quale icona, KGB! – e ha sparato, a vuoto. Ha passato la pistola a n.1, che ha accarezzato il tamburo.
– Splaf – ha detto n.1 guardandomi. Si è puntato la pistola alla tempia.
– Clebbino. Amatevi, e patite – e subito dopo sono diventato sordo e ho visto un lampo e ho sentito un odore di ferro bruciato. Creativo n.1 è scivolato a terra rovesciando la sedia e io avevo degli schizzi di sangue sulla camicia e dei pezzetti di cervello sulla faccia.
– Questo sì che è un brain storming – ha detto n.3, battendo le mani sul tavolo.

16 commenti:

Koohuku ha detto...

Clebbino, se ti spari sei cretino!

ossimorosa ha detto...

Gran brutta faccenda levare gli schizzi di sangue e cervello dai vestiti.
Creativo numero 5 dovrebbe avere un aumento, ma in effetti ora s'è pure liberato un posto.

Bandini ha detto...

Vi giuro che non ha fatto Splaf!

Anonimo ha detto...

trattini didascalici.
la mia passione.

Jo ha detto...

minchia

EP ha detto...

Bandos ma hai diminuito il font!!
Fantastico. Molto meglio.
La mia frase preferita qui è Mi tremava un po' la voce.

Sono Sempre Cacacazzo ha detto...

sì, e ora:
graziamo gli apostrofi e le virgolette? su dai, un piccolo sforzetto, che qua devo fare tutto io.

Stefania ha detto...

Si vede che lei e' diventato sordo prima dello "splaf", Bandini. Si perche' creativo n.1 ha sicuramente fatto SPLAF.
- Stefania

Bandini ha detto...

> Cacacazzo: mi dispiace ma il font prescelto non grazia apostrofi e virgolette, non è bellissimo, che ce posso fà. Il nostro staff di Persuasori sta tentando di convincere apostofi e virgolette a graziarsi, staremo a vedere.

Cacacazzo ha detto...

Bandini, metta in moto i Distributori Automatici di Macro da Tastiera.
Vedrà che ce la fa.

emma_nu ha detto...

se pensa di star facendo un'altra cosa uno non si accorge che precipita.
questa potrebbe essere una variante della pastiglia Noncipensare©. che ne pensa Bandini? o forse lei sta pensando ad altro? non so che pensare... d'altra parte per non pensare devo pensare ad altro. in effetti se penso al nulla, sto pensando al nulla. non so che pensare...

EP ha detto...

Cacacazzo: conoscendo Bandini, non saprà nemmeno cos'è, una macro.
(Scusa tanto Bandini)

Bandini ha detto...

ep: Cacacazzo mi conosce benissimo e ora per punizione mi dovrà spiegare come funzionano queste macro.

Anonimo ha detto...

Io non conosco proprio un bel nessuno. Se Lei non trova le macro, saranno le macro a trovare Lei.
Mi sono rotta il cazzo di scrivere sempre "Cacacazzo" tutto intero. Le virgolette sono a bastone anche nei commenti. Arrivederci alla prossima, egregi sig_

EP ha detto...

Aahahhaahaha

Blog&Nuvole ha detto...

Clebbino. L'ultima cena era un brainstorming sul vino?

(Preferisco i fumetti. Fumettalo)